Rieducazione Funzionale in Acqua

Attività che si svolge in piscina in acqua a temperatura non inferiore a 30°.
E’ presente un rieducatore funzionale, laureato in scienze motorie, che indica gli esercizi da svolgere, in alcuni momenti fuori dall’acqua, in altri all’interno della vasca, a seconda della tipologia di lavoro proposto o in caso di necessità. La seduta viene svolta con supervisione individuale da parte del rieducatore, per una durata di circa 75 minuti.
La rieducazione funzionale è l’iter guidato al conseguimento della riabilitazione motoria, l’obbiettivo sarà quello di raggiungere il massimo recupero funzionale possibile al fine di ristabilire la completa normalità motoria antecedente un infortunio sportivo e non. Può essere indicato per qualsiasi problematica a livello articolare e muscolare, in modo particolare in seguito a interventi chirurgici, riguardanti arti superiori, inferiori e rachide in toto.
La differenza, in questo tipo di attività, é rappresentata dalla presenza dell’acqua che facilita il recupero funzionale, riducendo l’affaticamento e il dolore. Il peso del corpo é parzialmente annullato, quindi si possono eseguire esercizi con uno sforzo notevolmente ridotto rispetto agli stessi esercizi eseguiti a secco.
L’acqua calda favorisce il rilassamento muscolare l’effetto della viscosità inoltre, influisce sulla resistenza opposta dall’acqua ai movimenti. Durante l’esecuzione di un movimento, quindi, il corpo riceve una resistenza proporzionale all’accelerazione con la quale si muove.